Author Archive Staff Aicardi

carte prepagate per ragazzi minorenni

Carte prepagate per minorenni e studenti: guida alla scelta

Le carte prepagate sono uno strumento molto utile per chi vuole accumulare i primi risparmi e iniziare ad avere un fondo per il proprio futuro.

Ci sono diverse limitazioni, ma nel complesso sono degli strumenti molto utili per chi vuole avere un prodotto fruibile da poter utilizzare ovunque.

In gita, all’estero, in Italia oppure online: le carte prepagate possono essere molto utili per i giovani. Ecco dunque quali sono le migliori.

Carte prepagate per minorenni: quali le migliori?

Ci sono moltissime carte prepagate che possono fare al caso di ragazzi minorenni. Infatti questo strumento bancario è molto utile perché non ha costi particolari, ma soprattutto è facilmente utilizzabile. Ecco quali sono le offerte sulle carte prepagate e quali sono le migliori.

Widiba

Widiba carta prepagata. Questo strumento è molto utile visto che rientra nel circuito Visa, ma soprattutto ha un plafond massimo di 10.000 €, insolito rispetto agli altri prodotti che si trovano sul mercato. Il prelievo massimo giornaliero è di 250 € e il costo di attivazione è di 10 €.

Avendo un canone annuale di 10 €, questa carta diventa uno strumento molto simile ai conti corrente presenti. Dunque è consigliata per i giovani minorenni che hanno intrapreso un lavoro.

Ing Direct, carta prepagata Mastercard

Anche questo strumento è molto utile per chi vuole avere una carta prepagata a basso costo. Il plafond massimo è di 4.500 € e i costi annui sono pari a zero.

Ha una tecnologia contactless e sarà possibile richiedere molte operazioni online. Ha qualche limitazione, ma per un minorenne può essere uno strumento molto utile e facilmente spendibile in tutti i circuiti Mastercard.

Hype Start

Un prodotto molto semplice della Banca Hype, che permette di avere una carta prepagata del circuito Mastercard a costo zero.

Anche in questo caso ci sono diverse limitazioni, ma comunque rimane uno strumento molto affidabile e adatto ad un pubblico più giovane.

I limiti di ricarica sono di 2.500 €, mentre il prelievo massimo è di 250 €. Per l’Osservatorio Finanziario questa è la migliore carta prepagata, sia per i servizi che per i costi. Sarà possibile controllare le proprie spese, in modo tale da avere una maggiore padronanza dei propri fondi.

Inoltre tutti i costi sono pari a zero: non si paga praticamente nulla.

Hai bisogno di maggiori informazioni? Qui trovi una recensione dettagliata sulla carta prepagata HYPE Start!

Webank, Carta Jeans

Un altro prodotto davvero sorprendente è quello proposto dal circuito Webank. La carta prepagata fa parte del circuito Mastercard e anche in questo caso i costi sono molto ridotti.

Questa carta dà la possibilità di sfruttare il codice IBAN, sui cui sarà possibile effettuare bonifici e ricevere lo stipendio direttamente sulla propria carta. I costi sono molto ridotti e sarà possibile acquistare in tutti i circuiti Mastercard.

Genius Card di UniCredit

Un prodotto molto interessante è completo per chi vuole avere una carta prepagata. Il canone mensile è di un euro, ma se sei un under 30 il canone mensile non si paga.

Può essere ricaricata da qualsiasi terminale ATM UniCredit, ma soprattutto ha dei costi minimi per ogni operazione.

Questo strumento è più completo e meno indicato per un minorenne, ma può comunque essere in servizio attivabile prima dei 18 anni per avere poi vantaggi successivamente.

Carta prepagata BNL

Un altro strumento molto utile e completo per i minorenni potrebbe essere la carta BNL. Infatti il costo di emissione è alquanto basso ed è pari a 10 €.

La disponibilità massima sarà di 5.000 € mentre i costi sono veramente molto bassi. Si può prelevare dagli ATM a costo zero e prevede una tecnologia contactless.

Anche questa carta rientra nel circuito Mastercard e può essere utilizzata in tutta Europa. Un prodotto ben fatto e consigliato anche per i giovani lavoratori, che possono accreditare il proprio stipendio grazie al codice IBAN.

Tags, , , , , , ,

matematica delle elementari

Il programma di matematica delle scuole elementari

L’errore più comune che una persona possa fare è quello di ritenere che alle elementari i programmi scolastici abbiano finalità prettamente concrete. Al contrario la matematica, la grammatica e tutte le altre materie elementari hanno ben altri scopi, di sicuro più complessi.

La formazione del pensiero

Già dalla prima elementare, al bambino non si vuole semplicemente insegnare a calcolare quanti oggetti si trovino nello stesso posto, a toglierne, a dividerli e quant’altro. La matematica elementare oltre a dare queste nozioni fondamentali adopera esercizi ludici che hanno per protagonisti i numeri stessi per sviluppare nel piccolo studente, capacità di progettazione, intuizione, immaginazione, deduzione e ipotesi.

Il programma di aritmetica del primo e del secondo anno può comunque essere riassunto in questi termini. Innanzitutto l’alunno deve apprendere a contare in entrambi i sensi ossia sia in maniera progressiva che regressiva.

La sequenza numerica deve realizzarsi con una corretta associazione fra enumerazione verbale e quella percettiva nonché manipolativa. Quindi dovrà capire quanti oggetti si trovino in un insieme e se questi, una volta confrontato con un altro raggruppamento, abbia più o meno elementi.

Il programma di matematica prevede poi che i bambini apprendano a leggere e scrivere i numeri fino a 100. Dovranno esprimerli a parole, in cifre, confrontarli, usando i simboli relativi a maggiore e minore, disporli quindi su una linea dei numeri.

Fondamentale anche il comprendere strategie di calcolo mentale. Torneranno utili ai piccoli studenti con il passare del tempo.

Il programma di terzo, quarto e quinto anno

L’evoluzione dell’insegnamento della matematica, col passare degli anni, diviene sempre più legato a quella dicotomia di base per cui bisogna apprendere concetti concreti ed elasticità mentale nonché creatività.

Innanzitutto vengono introdotti i numeri decimali e quindi anche la possibilità di tradurli in corrispondenti cifre di centinaia, migliaia, decine e quant’altro. Lo stesso vale per i numeri decimali che vanno trascritti anche in parole. In questo caso è ammesso che l’esercizio sia svolto anche sotto dettatura.

Deve essere compreso ora anche l’uso dello zero e della virgola nell’aritmetica. Bisogna quindi saper scrivere una sequenza di numeri naturali derivati da una regola matematica data e anche partire da una sequenza e capire quale regola si cela dietro di essa.

Vengono introdotte le proprietà associative e commutative per quanto riguarda moltiplicazione ed addizione. Sempre a proposito della somma viene insegnata anche la proprietà distributiva. Viene spiegata anche la proprietà invariantiva a proposito di divisione e sottrazione.

Le quattro operazioni della matematica ora vengono anche estese ai numeri decimali mentre si dovrà far comprendere l’importanza della divisione per dieci, cento e mille.

La geometria

Il programma di matematica all’elementari comprende anche l’insegnamento della geometria. Per quanto riguarda i primi due anni diviene fondamentale insegnare ai bambini le regole dell’orientamento.

Diviene quindi giusto farli apprendere il significato di davanti, dietro ed altro ancora. Inoltre si cominciano a distinguere le prime forme geometriche, prendendo come esempio oggetti presenti in aula. Si adoperano le prime unità di misura arbitrarie.

Dal terzo anno in poi invece bisogna saper costruire e riconoscere le principali figure piane. Viene introdotto il calcolo del perimetro e dell’area. I bambini quindi scoprono il significato di retta, segmento etc.

Inoltre si passa dalle unità di misura arbitrarie a quelle riconosciute dal sistema internazionale. Gli studenti conoscono quindi cosa voglia dire litro, metro, grammo.

Tags, ,

Bandi Spazi Aggregativi 2007 e Innovazione Scuole Superiori 2007

Il primo Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo del 2008 ha approvato gli esiti delle procedure di selezione dei Bandi Spazi Aggregativi 2007 e Innovazione Scuole Superiori 2007, rispettivamente nei settori Sociale ed Istruzione.  

Numerose le richieste pervenute per entrambi i Bandi, tanto che la Fondazione, di concerto con le Commissioni valutatrici, ha ritenuto opportuno integrare con ulteriori due milioni di euro i plafond precedentemente stanziati. La Fondazione ha ritenuto così di rispondere alle esigenze del territorio delle sue province di riferimento, offrendo un sostegno davvero significativo.

Per il Progetto Spazi Aggregativi, che ha l’obiettivo di favorire il recupero e la realizzazione di strutture adibite a luogo di aggregazione, socializzazione e ricreazione per la collettività, il plafond iniziale è stato incrementato di quasi il 50%, passando da 3 ad oltre 4 milioni e 900 mila euro, al fine di offrire un significativo sostegno ad una sentita esigenza espressa dal territorio.

Ciò consente il sostegno di 45 iniziative sulle 160 pervenute: 27 presentate da soggetti di Padova e provincia per un importo approvato di oltre 3 milioni e 200 mila euro; 18 soggetti da Rovigo e provincia per un importo di circa 1 milione e 700 mila euro. “Da diverse realtà del territorio, comuni, parrocchie e associazioni – precisa il presidente Finotti – è giunta la richiesta di favorire e sostenere la creazione di luoghi che potessero diventare punti di riferimento per l’incontro di giovani e meno giovani, dove si potessero esercitare attività sportive, ma anche ospitare riunioni, conferenze, gruppi di lavoro o didattici. Soprattutto nei comuni più piccoli del nostro territorio è molto sentita questa esigenza, perché in questi luogo è minore l’offerta di strutture per il tempo libero.” Sempre in questi giorni si è concluso anche il Progetto Innovazione Scuole Superiori, attraverso il quale la Fondazione intende sostenere la realizzazione di progetti a carattere innovativo in ambito disciplinare e didattico con specifico riferimento alle attrezzature e agli strumenti necessari alla realizzazione del progetto stesso.

Delle 46 richieste pervenute, ne sono state selezionate 23 sulla base dei criteri di valutazione definiti nel regolamento di partecipazione al bando, per un importo totale di 759.804 euro. Per entrambi i Bandi l’elenco dei soggetti beneficiari ed il relativo contributo deliberato saranno pubblicati nel sito internet della Fondazione www.fondazionecariparo.it, sezione “Bandi”, entro il 31 gennaio 2008, data ufficiale di conclusione delle procedure di selezione.

17° Edizione di Job&Orienta

Si svolgerà dal 22 al 24 novembre presso la Fiera di Verona, dalle 9.00 alle 18.30, la 17a edizione di Job&Orienta, la più importante vetrina nazionale dedicata a orientamento, scuola, formazione e lavoro, promossa da Veronafiere e Regione del Veneto, con la collaborazione di Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale e Ministero della Pubblica Istruzione.

Il titolo dell’edizione di quest’anno è ‘Orientare giovani e famiglie, generare futuro. Verso il lavoro, tra innovazione e mobilità internazionale’ e come temi portanti sono stati scelti quelli delle sfide della mobilità nei percorsi di internazionalizzazione, del ruolo della famiglia nei modelli di orientamento e dell’integrazione e innovazione. Rispetto alle precedenti edizioni, è stata ulteriormente ampliata la superficie espositiva che sarà articolata in due macroaree: la prima dedicata al mondo dell’istruzione e comprendente le sezioni: ‘JOBScuola’, ‘Vetrina Editoria’, ‘SocialeJOB’ e ‘JOBTouring’; la seconda dedicata al mondo dell’università, della formazione e del lavoro e distinta nelle sezioni: ‘Top JOB’, ‘Pianeta Università’, ‘Arti, mestieri e professioni’. Nella prima area alla sezione ‘Vetrina Editoria’, ci sarà un’ampia offerta di prodotti: dai libri di narrativa e saggistica, ai testi scolastici e specialistici. Viene riproposta la sezione ‘JOBScuola’: una rassegna di realtà e di percorsi che valorizzano in particolare le esperienze di dialogo tra il mondo della scuola e quello del lavoro.

Al passo con le grandi questioni della globalizzazione, torna anche ‘SocialeJOB’, la sezione che propone progetti educativi incentrati sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica da inserire nella programmazione didattica. E, novità 2007, ad aiutare i docenti a progettare al meglio la visita d’istruzione ci pensa ‘BIG’ la Borsa Informazione Gite Scolastiche ospitata nella sezione ‘JOBTouring’: uno spazio di incontro tra insegnanti ed enti turistici, tour operator specializzati, rappresentanti dei circoli mussali e istituzioni. BIG offrirà le informazioni e le proposte più aggiornate per le visite d’istruzione, fungendo da utile strumento di supporto al corpo docente in una fase particolarmente delicata quale quella organizzativa.

Nella seconda area è ospitato ‘TopJOB’, spazio ideale per trovare informazioni relative a percorsi di formazione, stages, tirocini e servizi di accompagnamento per i giovani appena diplomati o laureati e per chi è alla ricerca di lavoro. ‘TopJOB’ diventa anche un’area servizi dove imparare a stendere un CV, apprendere come si affronta un colloquio di lavoro o come si sceglie il master migliore ed essere aggiornati sulle figure professionali più richieste. Per chi sta pensando di iscriversi ad un corso di laurea, nella sezione ‘Pianeta Università’ ci saranno oltre 50 atenei italiani e importanti università straniere con i loro servizi di orientamento e la possibilità di partecipare a simulazioni dei test di ingresso. Infine, passato e futuro si incrociano nella sezione ‘Arti, mestieri e professioni’ nella quale verrà offerta una panoramica di ‘mestieri’ vecchi e nuovi. Torna anche ‘JOBInternational’, il percorso attraverso il profilo internazionale che guiderà i visitatori fra enti, agenzie e realtà aziendali che promuovono la mobilità territoriale per lo studio e per il lavoro attraverso scambi culturali, corsi di lingua ed esperienze di volontariato o professionali in tutto il mondo.

Un fitto calendario culturale offrirà, anche in questa edizione, importanti momenti di aggiornamento, conoscenza e scambio attraverso numerosi convegni, seminari e workshop.

Per promuovere la più ampia partecipazione, l’ingresso alla manifestazione e agli eventi è libero.

Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sul sito www.veronafiere.it/joborienta.

Info: Segreteria organizzativa Layx Via Boscovich, 12 – 35136 Padova Tel: 049/8726599 – Fax: 049/8726568 E-mail: job@layx.it